Obake: demoni e spettri giapponesi

Le schiere di demoni giapponesi, che includono diverse specie di diavoli ed esseri malvagi oltre agli spiriti degli umani, degli animali e persino degli alberi, non temono confronti in tutto il mondo: sono chiamati bakemono, oppure obake, che significa “mostri” o “mutanti”.

In Occidente, le storie di fantasmi sono tipicamente invernali; in Giappone, invece, gli spiriti vagano soprattutto nel periodo dell’O-bon, la celebrazione buddhista dei morti che dura un mese, a partire dalla metà di luglio, e che coincide con il momento clou delle vacanze estive.
Come la celebrazione di Tutti i Santi per i cristiani, l’O-bon è il giorno della memoria, in cui le famiglie visitano le tombe dei parenti e pregano davanti agli altari domestici: durante l’O-bon, gli spiriti dei morti tornano a trovare i propri cari per un mese; le celebrazioni accolgono il loro ritorno, ma si dice che alcuni spiriti maligni saltino sul carro della banda.
Il festival Setsubun (3-4 febbraio), invece, serve a scacciare gli oni, demoni simili ad orchi con le corna che si cibano di carne umana.
Le piccole figurine di diavoletti, simili a rospi con un guscio di tartaruga, rappresentano i kappa: si dice che i buffi kappa vivano nei fiumi e nei ruscelli più remoti e che non aspettino altro di poter succhiare i visceri di chi si avventura nelle loro acque, un appetito spesso ingigantito per impedire ai bambini di fare giochi pericolosi in acqua.

I tengu, creature alate che abitano le foreste, sono a volte raffigurati con un tozzo becco ma spesso hanno una feroce faccia scarlatta e un enorme naso:  derivati dalle antiche maschere della tragedia, le maschere tengu sono spesso appese alle pareti dei bar e dei ristoranti tipicamente giapponesi. La benevolenza dei tengu dipende essenzialmente dalla moralità di chi lo vede: la leggenda racconta che il grande eroe militare del XII secolo, Minamoto Yoshitsune, apprese l’arte della spada da bambino, da un vecchio e saggio tengu incontrato nella foresta.

Gli spiriti degli animali sono spesso presenti nelle credenze popolari giapponesi, come le leggende sulle volpi, di origine cinese, che furono adottate dal credo shintō e rielaborate.
Le statue di volpi nei vari santuari sono dedicate ad Inari, Dio del riso e della prosperità, e si ritiene che esse siano messaggere o familiari del Dio stesso; non sempre benevole, la loro abilità di assumere sembianze umane ispirò molti racconti di spettri: in tempi passati, si riteneva che i malati di mente fossero posseduti dallo spirito di una volpe.
Anche il tanuki, o procione, è ritenuto di assumere un’altra fisionomia: le statuine di ceramica di corpulenti tanuki con giganteschi testicoli, spesso esposti nelle vetrine delle bettole o di venditori di sake, sono considerati di buon augurio.
Sembra che l’apparizione di kitsun-bi (la volpe di fuoco), simile a un fuoco fatuo o ad un’esalazione palustre, sia presagio di terribili incubi da parte degli yurei, gli spettri; come in Occidente, si pensa che i fantasmi siano trasparenti e che svaniscano nel nulla dalla cintola in giù: gli yurei, spiriti di creature terrene che non hanno concluso il proprio compito, erano molto temuti.
I racconti sui demoni e sugli spettri furono la principale ispirazione del teatro Noh.

11 Comments
  • ema

    l’ultima illustrazione, lo\la yurei, è bellissima. Di chi è? dove l’hai trovata?

    • ciao! purtroppo il post è di un po’ di tempo fa e non ricordo dove trovai l’immagine. comunque avevo fatto una semplice ricerca su Google con le parole chiave dell’articolo.

  • “Obake” è il nome generale per indicare i mostri in Giappone, mentre “oni” è un tipo particolare di demone, caratterizzato da corna e vestiti fatti con pelle di tigre.

  • Ivan

    che differenza c’è fra un Oni o un Obake ?

  • Richard-san

    Brava Mikan… articolo interessantissimo come sempre !! 😛
    Resto in attesa di approfondimenti !! XD

  • KINTA

    no non è lui ^^ io parlo di un’altra persona

  • Todomeda

    Ehi Kinta non sara’ mica il possessore del Kyubi? (‘_-)

  • KINTA

    concordo un articolo molto interessante non so perchè ma credo di conoscere qualcuno posseduto dallo spirito di una volpe.

  • Yara

    Bellissimo questo articolo Mikan!!! ^^
    I demoni giappi mi affascinano molto! Aspetto quindi gli articoli più approfonditi su ognuno di loro… sono impaziente di leggerli!!! >o<

  • sono contenta ti sia piaciuto XD
    a me piacciono un sacco i demoni giappi, in particolare i fantasmi e gli oni!!!
    appena ho tempo farò una ricerca approfondita e farò articoli per ognuno di loro

  • Todomeda

    Complimenti! Bella l’illustrazione del Kurama che hai postato! Anche se io sono per il Tanuki! Tanuki tutta la vita!!! (‘_-)