Titolo giapponese: 野ブタ。を プロデュース
Genere: commedia scolastica
Episodi: 10
Produzione: Giappone
Anno: 2005

Kiritani Shuji è il ragazzo più popolare della scuola, simpatico e disponibile con tutti: in realtà, è molto serio, intelligente e riservato ma si nasconde dietro una maschera di ipocrisia perchè crede sia l’unico modo per essere accettato e non avere problemi.
Kusano Akira è, invece, un ragazzo emarginato dal gruppo: non si fa problemi ad esternare i propri veri sentimenti, comportandosi in modo stupido e irritante, senza preoccuparsi del giudizio altrui, segue in continuazione Shuji, di cui ha intuito la vera natura, autonominandosi suo migliore amico contro la volontà del ragazzo.
Ciò che rende veramente felice Shuji è toccare il tronco di un grande salice tutte le mattine; un giorno, però, l’albero viene portato via e, proprio lì, incontra una ragazza dall’aspetto lugubre che aveva deciso di impiccarsi al salice scomparso: è Kotani Nobuko che, per coincidenza, arriverà alcuni giorni dopo nella sua classe; per la sua aria inquietante verrà presa di mira da Bando, la bulletta della classe, e da un misterioso personaggio, che si rivelerà solo nelle ultime puntate.
I due ragazzi, molto presto, si interessano a Nobuko, non sopportando di vederla sempre presa di mira, e decideranno di “produrre Nobuta”, come da titolo, ovvero di renderla popolare: Nobuta è il soprannome della ragazza, usato per non far capire agli altri ragazzi della scuola di chi stanno parlando i due produttori.

“Il giorno in cui il salice sparì… apparve lei.
Per quella ragazza che serbava rancore per tutto ciò che esisteva al mondo… e per questo stupido ragazzo convinto che tutto ciò che c’è in questo mondo esista solo per lui… a causa loro, i miei pacifici giorni di scuola lentamente iniziarono a complicarsi.
Ma a quel tempo non me ne rendevo ancora conto…”

Malgrado il titolo, il protagonista del dorama è Shuji, nonchè voce narrante degli episodi.
L’argomento principale è la strana amicizia che si instaura fra i tre protagonisti, che vengono segnati profondamente da questo rapporto, crescendo insieme e migliorando: la decisione di produrre Nobuta, cioè far diventare una ragazza che per gli altri vale meno di zero una star, nasce come una scommessa tra Akira e Shuji, per dimostrare che ciò che conta è l’apparenza, ma sarà il modo per aprire se stessi e cominciare a capire che vivere da soli non equivale a vivere davvero, grazie a questo “progetto” ognuno di loro avrà, per la prima volta, dei veri amici.
Nobuta è l’esatto opposto di Shuji, chiusa nel suo guscio, è delusa dalla vita, non si fida di nessuno, è sempre stata maltrattata a scuola e non ha mai avuto amici; accetta di “essere prodotta” non perchè veramente interessata alla popolarità ma per poter ringraziare i due ragazzi, una volta riusciti nell’intento: entrambi diverranno le persone più importanti della sua vita, la aiuteranno a crescere e a trovare il posto in cui ricominciare a vivere.
La storia è tratta dall’omonimo romanzo scritto da Shiraiwa Gen, il quale si è ispirato al fenomeno musicale delle “Morning Musume” (gruppetto pop in cui, appunto, delle ragazze normali diventano delle star); oltre al romanzo, esiste anche il manga, in cui non vi è il personaggio di Akira e Nobuta è un ragazzo grassottello.
A parte la sceneggiatura, gli attori contribuiscono a rendere il dorama uno dei migliori: Akira, interpretato da Yamapi, è uno dei miei personaggi preferiti, la sua parlata con l’inflessione “ondulante” da vero baka all’inizio è irritante ma diverrà una sua caratteristica, così come i kon-kon, ma soprattutto il suo “Nobuta Pawa Chu Nyu“, il motto che inventa per Nobuta come incoraggiamento speciale.
I personaggi di questo dorama sono ben definiti, anche quelli secondari o proprio marginali, che hanno il compito di far ridere e pensare; la storia, alleggerita da una buona regia e da episodi autoconclusivi che fanno capo al plot principale della serie, non risulta mai noiosa o ripetitiva.
Tanti sono i momenti che fanno sorridere e ancor più quelli che fanno riflettere su importanti tematiche come l’apparenza, la popolarità, la vera felicità, il valore del denaro, la cattiveria immotivata; purtroppo, alcuni aspetti della storia vanno un po’ persi verso la fine, così come il ruolo di alcuni personaggi, ed il finale potrebbe lasciare l’amaro in bocca.
E’ comunque un ottimo prodotto di cui consiglio la visione; in Giappone è molto popolare, tanto che alla 48° edizione del “Television Acadamy Awards”, ha fatto incetta di premi: miglior dorama dell’anno, migliori musiche, migliore regia, migliore storia, e anche i tre protagonisti hanno vinto un Award ciascuno.
La sigla di chiusura “Seishun Amigo”, ha venduto in Giappone oltre 1 milione di copie, diventando il singolo più venduto del 2005.

5 Comments
  • Todomeda

    Tranquilla, alcune amiche si apprestano a subbarlo in italiano. Appena ho news ti avviso… mah contente voi
    (°__°)

  • kawaii neee! ma grazie per il video… e poi è anche Del Monte X°D
    sisi, kurosagi lo conosco però non ci sono i sub italiani e sono troppo pigra (T__T) per leggerli in inglese.. forse un giorno spinta dalla troppa curiosità lo vedrò lo stesso (yamapi moro è troppo cool)!!!

  • Todomeda

    Tu non vuoi capire!!! mi perseguita:

    p.s. Guarda se proprio “devi” (ç__ç) sigh! Kurosagi

  • ahahahah X°D
    io lovvo yamapi, e cerco altri dorama in cui è presente!!!
    suggerite plizu ^_^

  • Todomeda

    Akira Shock! (di nuovo) Maledetto Yamapi… continua a perseguitarmi… (ç__ç)