E poi ci sono week end come questo, che vorresti non finissero mai,
oppure che si ripetessero all’infinito.
Ma, forse, è proprio la contrapposizione con la “vita di tutti i giorni” a renderli speciali.

Flying with a bookThe only sound is the song of the birdsIl piacere delle piccole cose.
Mangiare del pane croccante seduti all’ombra di alti pini
in un giorno qualsiasi di luglio.
Leggere un libro mentre un gatto ti passa accanto
e ti attorciglia la coda alla caviglia con noncuranza.
Nuotare in una piscina con il Sole che brilla a picco sul mondo.

Fresh bread and salad = perfect!

Summer Saturday!

Walking in the woodsE non fare niente, se non rilassarsi,
senza i sensi di colpa, senza la smania di “dover fare qualcosa”,
semplicemente guardare il cielo e ascoltare le cicale cantare il loro inno all’estate.

Perché, forse, non è questa la felicità?
Quell’attimo in cui siamo insieme, e ci teniamo per mano,
e tutto sembra al posto giusto,
e siamo contenti di esserci, senza pensare al prossimo desiderio.

Sunbath

4 Comments
  • Sei finita in paradiso? 😀
    Io soppianterei la piscina con un pc senza rete per riuscire a finire almeno un capitolo. (:

    • Ahaha! In realtà, questo post è dello scorso anno, ma ogni volta che vado in questo piccolo angolo verde mi ricarico di belle sensazioni! 🙂
      Solo relax, libri, nuotate e cicale!

  • Parole che penso e che potrei aver scritto io. O forse, tra qualche riga qua e là, ne ho scritte di simili. 🙂 a presto!

    • Grazie per la visita! Il piacere delle piccole cose lo condividiamo tutti, purtroppo troppo spesso lo sottovalutiamo…