Instagram Highlights: Maggio 2014

sabrina miso vancouver may 2014Una giornata di maggio al Devonian Harbour Park

Il quinto mese del 2014 (no ok, ma vi rendete conto che sono già passati 5 mesi?!) è iniziato con pioggia, vento e freddo (eh sì, ormai parlo solo del tempo, mi sono vancouverizzata) per finire con temperature estive e giornate così belle che ci hanno permesso di stare molto all’aperto (c’era anche la sfida dei 30 giorni, leggete sotto).

Verso la fine di maggio ci sono finalmente arrivate le buone notizie che abbiamo atteso per tutti questi mesi, e improvvisamente è stato come se qualcuno avesse premuto il piede su un accelleratore invisibile: nel giro di pochi giorni abbiamo ottenuto un nuovo Work Permit e affittato un nuovo appartamento, abbiamo iniziato a fare liste su liste per la nuova casa, io ho iniziato a dedicarmi all’organizzazione della Walk for Farm Animals, e, per concludere, abbiamo fatto il nostro primo road trip oltre confine.

may 2014

  • Libri da leggere, manuali da studiare e storie da completare… Il tempo dedicato alla scrittura e alla lettura non basta davvero mai, e ho sempre nuovi progetti che spuntano e che finiscono nella mia agenda (un giorno farò tutto!).
  • Gesamtkunstwerk, termine tedesco che può essere tradotto “vita come opera d’arte“, era anche il nome di una mostra che sono andata a vedere a inizio maggio, su un progetto urbano di prossimo inizio a Vancouver. Un’opera che non solo porterà alla costruzione di un grattacielo molto particolare ma anche alla riqualificazione di un intero quartiere sotto al ponte di Granville. Non vedo l’ora che inizino i lavori e spero presto di pubblicare un post più approfondito.
  • Maggio è stato il mese della 30×30 Challenge, la “sfida” della David Suzuki Foundation di passare almeno 30 minuti all’aperto ogni giorno. Una buona e salutare abitudine che tutti dovremmo adottare. Di certo qui a Vancouver non mancano gli spazi verdi e abbiamo approffittato del caldo per allenarci all’aperto!
  • Una passeggiata nel West End, quartiere di downtown Vancouver vicino Stanley Park, dove puoi trovare le oche che camminano tranquille sul marciapiede (e dove andremo a vivere tra poco, non vedo l’ora!).
  • Felici e contenti al border canadese, subito dopo essere rientrati con i nostri nuovi Work Permit. Forse un giorno vi racconterò tutta la storia (tragicomica, in un certo senso), per ora basti dire che ce l’abbiamo fatta e possiamo continuare il nostro viaggio nella Beautiful British Columbia (addirittura “il miglior posto sulla terra” a dar retta ai canadesi!).
  • Una veduta dalla spiaggia di White Rock, piccola cittadina tra il border e Vancouver, dove ci siamo fermati prima di tornare in città. La cosa curiosa è che anni fa scelsi di ambientare qui una delle mie storie e non mi sarei mai immaginata un giorno di metterci piede!
  • La mia prima visita alla Vancouver Art Gallery per ammirare l’esposizione del fotografo Edward Burtynsky, di cui ho visto il documentario lo scorso mese. Sia le sue foto che il suo film mi hanno molto colpito, soprattutto perché legati al tema della sostenibilità ambientale e dell’impatto dell’uomo sul mondo. Dedicherò anche a lui un articolo approfondito.
  • L’ultimo giorno di maggio è stato tutto dedicato a Seattle: un road trip breve ma intenso, che ci ha lasciato la voglia di tornare ancora a esplorare la città!

Follow me on instagram -> instagram.com/sabrinamiso

1 Comment
  • Annika Kinnamomon

    Ma com’e’ che oggi leggo solo di gente che e’ andata in gita? Che invidia! 😀