Frammenti di mezza estate

Il fragore delle onde. Le pagine di un libro sfogliate dal vento.
Nascondo il viso dal Sole e la mente vola oltre l’orizzonte blu.

Un momento solo per noi.
Non pensare alla città brulicante di umanità.
Vedo il mare e il cielo, e l’infinito riempie il vuoto incolmabile dell’anima.

L’estate è solo un momento nell’acqua che scorre. Solo un attimo che già è ricordo.

Ci teniamo per mano, sotto il cielo pulito come una tela ancora intatta.

Ascolto.

Lontano, il frinire delle cicale. Più vicino, il suono del tuo respiro.
Frammenti di mezza estate.

 Come il desiderio della felicità.
Come il sogno di una notte infinita,
sotto un cielo di mezza estate dolce di stelle.

Liberi da pensieri, colmi di emozioni.
Senza il dovere del futuro, per sempre giovani.

2 Comments
  • miriam camerini

    Bravissima! Bello, intenso e pieno di sentimento. La forma è fluida, scorrevole che quando inizi a leggere hai voglia di continuare.