Titolo giapponese: ドラゴン桜
Genere: commedia scolastica
Episodi: 11
Produzione: Giappone
Anno: 2005

Il liceo Ryuuzan è uno dei peggiori della città: ha una pessima fama, la media scolastica si aggira sui 36/100 e i suoi studenti sono considerati dementi con prospettive future nulle; in più, è mal gestito dalla direttrice e, sommerso dai debiti, è sull’orlo del fallimento.
Il giovane avvocato Sakuragi Kenji, che gode di una pessima reputazione per il suo passato da leader di una gang di motociclisti, viene incaricato di occuparsi della faccenda.
Tutti si aspettano che dichiari il fallimento e faccia chiudere la scuola, ma Sakuragi, spinto dalla proprio ambizione personale, decide di evitare la chiusura del liceo: per risollevare le sorti dell’istituto e far annullare i debiti, istituisce una classe speciale con lo scopo di riuscire a portare almeno cinque studenti alla Todai, la più prestigiosa università del Giappone. “Se volete cambiare la vostra vita, entrate alla Todai!”, questo il motto con cui cerca di spronare gli studenti a riprendere in mano le loro vite e a pensare al futuro in maniera intelligente.
Ma il compito si rivela più difficile del previsto: gli studenti sono sfiduciati e con poca voglia di studiare, mentre gli insegnanti sono più preoccupati di mantenere il loro posto di lavoro che non di tramettere conoscenza.
Sakuragi non resta che mettersi in gioco in prima persona, assumendo lui stesso il ruolo di insegnante responsabile della classe speciale e impegnandosi per trovare almeno cinque studenti che vogliano provare a portare a termine l’ardua impresa.
Sakuragi incontrerà molti ostacoli nel relazionarsi con gli studenti ai quali, oltre alle tecniche di apprendimento utili a superare il test di ammissione alla Todai, darà anche importanti lezioni di vita.

Il drama è tratto dal famoso e omonimo manga vincitore del 29° Kodansha Manga Awards, di Mita Norifusa: il titolo è stato serializzato sulla rivista giapponese Morning e la Kodansha, vista la sua grande popolarità, ha deciso poi l’adattamento televisivo in un dorama.
Dragon Zakura presenta più di una similarità con la storia di G.T.O.: entrambi sono ambientati in una problematica scuola giapponese, dove insegnanti menefreghisti hanno indotto gli studenti a perdere ogni interesse per lo studio e a limitare le proprie aspettative per il futuro; la salvezza può arrivare solo da un elemento esterno, in questo caso l’avvocato (e futuro professore responsabile) Sakuragi Kenji, un individuo fuori dagli schemi che proprio grazie a queste doti può sperare di cambiare realmente le cose.
Tuttavia sono presenti delle sostanziali differenze che non faticano ad emergere: in particolare, se in G.T.O. Onizuka da tutto se stesso per i propri studenti, cercando di essere per loro una guida, in Dragon Zakura Sakuragi è spinto unicamente dai propri interessi personali e considera i propri studenti come dei mezzi per il raggiungimento del proprio successo. Sebbene non si curi affatto di rimanere simpatico alla classe riuscirà comunque ad essere per i suoi studenti un maestro di vita.

Nella recitazione, negli ambienti e nell’atmosfera, questo drama è un prodotto in tutto e per tutto nipponico, molto vicino agli anime in certi momenti e proprio per questo irresistibile per ogni appassionato.
Non aspettatevi, però, la solita commedia scolastica: anche se i vari protagonisti vivono problemi e amori (questi ultimi appena accennati, a dire il vero), ben presto si intuisce che lo scopo principale della serie è quella di dare uno sprone a tutti gli studenti, facendo capire quanto siano importanti lo studio e l’impegno per riuscire a realizzarsi nella vita. Sono presenti momenti in cui Sakuragi e gli altri insegnanti della classe speciale letteralmente insegnano agli spettatori i metodi migliori per studiare, memorizzare ed affrontare gli esami (giapponesi però), senza mai scadere nel noioso o pedante.
Se le lezioni di giapponese antico probabilmente non vi serviranno mai, di certo potrebbero tornare utili i consigli su come studiare matematica o storia, senza contare il fascino di una serie che ci immerge completamente in un aspetto importantissimo della società nipponica: il sistema scolastico e degli esami d’ammissione.
La storia, mai piatta e molto divertente, non è affatto scontata e non commette mai l’errore di cadere nel banale o nel già visto, grazie anche ad un fantastico Abe Hiroshi nella parte di Sakuragi, professore bastardo ed egoista, odiato ma allo stesso tempo molto rispettato.

6 Comments
  • Todomeda

    Akira SHOCK!!!! (°_°)

  • yamapi kyaaa (vocina tipica da giappina) *__*
    ahahahaha XDDD
    allora per la gioia di Todomeda, presto arriverà l’articolo su Nobuta wo Produce!!!!
    Nobuta pawaaa chuuunyuuuu ;-***

  • Todomeda

    Maledetta Mikan…
    Mi perseguita!
    (*_*) (e’ ironico of couse)

  • ma a me piace quindi va bene XDDD

  • Todomeda

    Maledetto Yamapi… mi perseguita! (ç_ç)

  • Giacomo

    Ciao Mikan,
    scusa se utilizzo i commenti per contattarti ma non ho trovato un tuo indirizzo mail all’interno del sito.

    Sono Giacomo di “2 Come Loro”, non so se hai sentito parlare di noi.
    Volevo parlarti in merito ad una possibile collaborazione. Se puoi scrivimi all’indirizzo mail@2comeloro.com

    grazie mille
    Giacomo